IL PADDOCK

“Il mio psicologo lo pago a fieno e mangime e mi ascolta per tutto il giorno.”

5x100

Un cammino verso il recupero, il reinserimento sociale e la conquista delle pari opportunità.

L’Associazione di Volontariato “Il Paddock” opera nella Provincia di Bologna per migliorare la qualità della vita di bambini, giovani e adulti con disabilità o in condizione di disagio sociale, fornendo loro sostegno socio-educativo attraverso la Riabilitazione Equestre e l’Equitazione Ricreativa e Sportiva. Attraverso il rapporto con il cavallo, infatti, l’Associazione permette alle persone disabili e alle loro famiglie di potenziare le rispettive capacità personali, portandole oltre i confini della propria disabilità, offrendo loro la possibilità di trovare momenti di soddisfazione accompagnata da un forte incremento della stima di sé. La Rieducazione Equestre è un’attività ricca di grandi potenzialità nella quale la persona disabile diventa gradualmente padrone dei propri miglioramenti fisici e relazionali. Il cavallo, infatti, è un soggetto altamente motivante e stimolante a livello tattile, visivo, uditivo ed emozionale, per la sua corporeità, il suo calore e l’ambiente naturale in cui vive. Parte integrante della Riabilitazione Equestre è il volteggio equestre, un’attività che unisce l’amore per il cavallo ed il piacere del movimento. Insegna la disciplina, lo spirito di squadra e tanta ginnastica sul cavallo.

“È persona disabile colui che presenta una minorazione fisica, psichica o sensoriale, stabilizzata o progressiva, che è causa di difficoltà di apprendimento, di relazione o di integrazione lavorativa e tale da determinare un processo di svantaggio sociale o di emarginazione” (art. 3 Legge-quadro 104/1992 “Per l’assistenza, l’integrazione e i diritti delle persone handicappate”)

LE ATTIVITA’

 

L’Associazione “Il Paddock” opera principalmente a Bologna presso il Centro Sportivo Barca all’interno del quale ha la propria sede operativa. Il Centro, attivo dal 2007, è stato realizzato interamente dal lavoro dei volontari dell’Associazione e dal gruppo degli “Universitari Costruttori” di Padova con un parziale contributo economico della Regione Emilia-Romagna, della Fondazione Cassa di Risparmio di Bologna e della Fondazione del Monte, ed in rapporto di convenzione con il Comune di Bologna. Le attività dell’Associazione, condotte da operatori qualificati in collaborazione con utenti in borsa lavoro inviati dai Servizi Sociali del Comune e dell’AUSL di Bologna, si riferiscono a percorsi di:

Riabilitazione Equestre: essa unisce in sé tutte le metodologie della rieducazione: motoria, psicomotoria e sensoriale. Per molto tempo considerata solo come attività ludica, oggi è invece indicata come trattamento delle patologie conseguenti di encefalopatie e ictus e segue con successo sindromi da disturbi pervasivi dello sviluppo (autismo) e sindromi da iperattività e deficit di attenzione (ADHD);

Equitazione sportiva ed agonistica per disabili: l’Equitazione Sportiva per disabili è l’ultima fase, svolta da disabili che hanno già conquistato un notevole grado di autonomia a cavallo, tanto da riuscire a svolgere una normale attività sia di scuderia che pre-agonistica e agonistica insieme agli altri allievi cavalieri, in ottemperanza al principio che un buon livello di integrazione deve essere la fase conclusiva di un corretto processo riabilitativo;

Formazione per Operatori della riabilitazione equestre: le numerose richieste di interventi di Riabilitazione Equestre da parte dell’utenza con gravi disabilità neuromotorie, cognitive e psico-affettivo-relazionali richiedono la formazione di operatori con conoscenze e competenze specifiche che permettano loro di lavorare in questo particolare ambito.

Educazione Ambientale: promuove attività di educazione ambientale dedicate alle scuole attraverso l’organizzazione di giornate di visita presso il centro di equitazione e di ippoterapia “Il Paddock”;

Progettazione Sperimentale: negli anni l’Associazione ha realizzato, in collaborazione con altre organizzazioni private e pubbliche, progetti di ricerca e progetti rivolti in particolare ad adolescenti con disabilità o in situazioni di disagio.

LA STORIA

 

È il 1988 quando un gruppo di volontari, appassionati alla natura e all’equitazione, fondano l’Associazione di Volontariato “Il Paddock” con lo scopo di creare attività di svago e relax per i ragazzi diversamente abili, attraverso il legame con i cavalli. Costituitisi Associazione con Personalità giuridica, si affiliano nel 1990 all’A.N.I.R.E. Associazione Nazionale Italiana Riabilitazione Equestre e, frequentandone la scuola di specializzazione, i soci ampliano le loro conoscenze nell’ambito della riabilitazione equestre. Arrivano, a seguito dei risultati ottenuti, i primi riconoscimenti ufficiali quali patrocini di diversi Comuni, della Provincia di Bologna, della Regione Emilia-Romagna e delle Ausl e nel 1992 organizza il Convegno Nazionale “In Sella alla vita” presenziato dall’On. Pier Ferdinando Casini. Le attività, dapprima svolte a Pianoro (Bo) presso la sede dell’A.N.T.E. Associazione Nazionale Turismo Equestre, vengono estese alla Provincia di Bologna e riscuotono enorme successo. Dal 1995 nella sede operativa di Vedrana (Budrio) è attivo un centro per attività sociali e per il tempo libero unico sul territorio provinciale dove vengono avviate borse lavoro per studenti seguiti dal Dipartimento Igiene Mentale dell’AUSL di Bologna Nord, corsi di formazione professionale per utenti in condizioni di disagio e diversi progetti e laboratori. Nel 1998 collabora con il Dipartimento di Psicologia dell’Università di Bologna al progetto “Horizon Occupazione – World in Progress” e nel dicembre dello stesso anno è nominata struttura pilota dell’A.N.I.R.E. per la Regione Emilia-Romagna in materia di ippoterapia. Dal 2002 l’Associazione accoglie tirocinanti universitari del Dipartimento di Scienze della Formazione, collabora con la Facoltà di Scienze Motorie ed è Centro Accreditato nell’ambito del Programma Comunitario Gioventù – Servizio Volontario Europeo. Si affilia alla Federazione Italiana Sport Disabili F.I.S.D. nel settore sportivo-agonistico dell’equitazione. Grazie ai contributi economici della Regione Emilia-Romagna, della Fondazione Cassa di Risparmio di Bologna, della Fondazione Banca del Monte di Bologna e Ravenna e della Fondazione Divo Bartolini tra il 2003 e il 2005 l’Associazione concretizza il progetto di realizzare un’area equestre presso il Centro Sportivo Barca nel Quartiere Reno dove viene realizzato il primo Centro di Rieducazione e Riabilitazione Equestre ed equitazione sportiva a Bologna, operativo dalla primavera 2007. Nell’anno accademico 2009-2010 è sede operativa e tecnica del Corso “Catalogo Interregionale Alta Formazione per Operatore della Riabilitazione Equestre”, finanziato dalla Regione Emilia Romagna e diretto dal CIOFS, Ente di Formazione accreditato.